Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza    

Approfondimenti

Iscriviti ai feed RSS
09/05/2017

Cos’è il Volume Colore e perché è così importante?

Grazie alla gamma QLED, Samsung ha raggiunto il 100% del volume colore. Cosa significa?


La VDE è un autorevole ente di certificazione tedesco che effettua analisi strumentali sui TV e sui display: da una sua analisi sul QLED TV Samsung è emerso che è il primo TV a raggiungere il 100% del volume colore.

Cos’è il volume colore?

Il volume colore è lo standard esigente dell'espressione del colore, il quale misura due elementi fondamentali: la gamma colore e il livello di luminosità.

La gamma colore definisce la quantità di colori che possono essere visualizzati fisicamente sullo schermo: maggiore è la quantità di colori, maggiore è la gamma colore presentata.

La luminosità misura invece il massimo livello di luminosità del display. A ciò segue che maggiore è la gamma colore e maggiore è la luminosità, più grande è il volume di colore del televisore.

Per comprendere al meglio come viene calcolato il volume colore, bisogna sapere che questa misurazione ha assunto maggiore importanza all’interno dell’attuale rivalità tra schermi OLED e QLED e con la nascita dei TV HDR.

In principio c’era il gamut

Prima della nascita dell’HDR, l'insieme dei colori che un dispositivo era in grado di produrre veniva misurato dal gamut: Mentre la mezzaluna mostra tutti i colori percepiti dall’occhio umano, il triangolo al suo interno mostra i colori riprodotti da uno schermo.

È quindi una misurazione bidimensionale, basata su una luminosità del colore fissa e costante. Secondo questo schema, un televisore con schermo LCD produce un gamut migliore rispetto agli schermi dei televisori a tubo catodico.

Il volume colore e i TV HDR

Con lo sviluppo tecnologico, i nuovi TV HDR non hanno più una luminosità fissa, ma variabile da scena a scena mostrata sullo schermo: ciò significa che c’è bisogno di un nuovo modello di misurazione che riesca a calcolare la riproduzione dei colori al variare della luminosità. Per questo entra in gioco il volume colore, in grado di mostrare la variazione continua della copertura del colore al variare della luminosità.

In base a questa nuova misurazione si riesce a cogliere la netta differenza tra gli schermi OLED e QLED:
Mentre i primi sono meno precisi nella riproduzione dei colori ad alti livelli di luminosità, perdendo saturazione e tendendo al bianco, i secondi riescono a mantenere una precisione assoluta anche a livelli di luminosità molto elevata.

Inoltre, il QLED TV Samsung riesce a mantenere una perfetta riproduzione dei colori anche a bassa luminosità, con schermi vicini al nero assoluto.

Il volume colore del TV QLED è quindi in grado di produrre immagini HDR molto più realistiche e accurate, sia in scene luminose che in scene più scure.

Carrello

Non è presente nessun articolo nel carrello
Tecno_creativita
Tecno_spettacolo
Tecno_movimento
Tecno_gpb
Tecno_varie