Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza    

Approfondimenti

Iscriviti ai feed RSS
31/03/2016

Come scegliere il climatizzatore

Vediamo come scegliere il climatizzatore giusto. Una guida alla scelta del condizionatore in base a metratura e numero di ambienti.


Climatizzare la propria abitazione è importante per mantenere il giusto livello di umidità e creare un ambiente più salubre in cui vivere, in cui si percepisce il giusto livello di temperatura, né troppo caldo, né troppo freddo.
L’aria che ci circonda inoltre è inquinata e contiene molti allergeni: i climatizzatori attuali sono dotati di filtri antiodore, antipolline e antibatterici e, purificando l’aria che respiriamo in casa, sono la soluzione ideale per tutte le persone che soffrono di allergie.

 

COME SCEGLIERE IL CLIMATIZZATORE

Quando si sceglie un condizionatore è importante valutare alcune caratteristiche fondamentali, quali la tecnologia e la classe energetica, la
potenza
del climatizzatore e 
l'eventuale necessità di climatizzare più ambienti.

condizionatore

 

TECNOLOGIA INVERTER E CLASSE ENERGETICA

La tecnologia a Inverter viene utilizzata nei climatizzatori per regolare costantemente la temperatura interna. In confronto a un sistema tradizionale, offre un comfort ottimale e riduce i costi energetici del 30%.
I climatizzatori di ultima generazione e con classe di efficienza energetica A+++, A++ hanno consumi bassissimi e sono gestibili senza richiedere nessun ulteriore aumento di potenza della propria linea elettrica.

 

LA POTENZA

offerta condizionatoriSi misura in BTU (British Termal Unit); per calcolare la potenza ideale per un certo ambiente si possono usare due metodi molto semplici.

  1. Si calcola il volume della stanza (o delle stanze) da climatizzare e lo si moltiplica per 100.
    Esempio di una stanza che misura 5 metri di larghezza, 4 m di lunghezza e 3 m di altezza. Il calcolo sarà: 6x4x3=60x100=7.200. Il condizionatore che andrò ad installare deve avere una potenza di almeno 7.200 BTU.
  2. Si considera mediamente questo rapporto: per una stanza di 25-30 mq la potenza del  condizionatore deve essere intorno a 9.000 BTU; cresce fino a 12.000 BTU per una metratura di 35-40 mq; raggiunge i 18.000 BTU per dimensioni superiori a 40 mq.
    Attenzione: questo rapporto è valido se l'ambiente da climatizzare è unico e non eccessivamente caldo (come una mansarda); in questi casi infatti è indispensabile un climatizzatore inverter e chiedere il parere a un tecnico specializzato.

 

NUMERO DI AMBIENTI DA CLIMATIZZARE

Il calcolo preciso del numero di split e della potenza necessaria per climatizzare un ambiente è un lavoro da specialista. Infatti, molto dipende dalle dimensioni dell’ambiente ma anche dalla sua struttura, dallo stato di coibentazione e dall’esposizione nord-sud.

Quando le stanze da climatizzare sono diverse si hanno due possibilità.

  1. Un unico split nel corridoio adiacente alle stanze.condizionatore
    In questo caso é meglio un condizionatore "on-off": questi apparecchi infatti, sebbene consumino più corrente, garantiscono un flusso costante di aria e non rallentano una volta che la temperatura nel corridoio raggiunge quella impostata (come nei modelli inverter). In questo modo l'aria mantiene la spinta necessaria per arrivare alle stanze da raffreddare.

    Attenzione
    : quando la metratura complessiva delle stanze da raffreddare è molto grande è meglio chiudere la porta degli ambienti non utilizzati. Inoltre, si sconsigliano troppi metri di tubazione tra il motore e lo split per evitare perdite di potenza. 
     
  2. offerta condizionatoriUno split per ogni stanza.
    In questo caso l'ideale è un climatizzatore dual o trial "inverter". Oltre alle dimensioni delle stanze per definire la potenza dei singoli split, è importante verificare la potenza del motore esterno, solitamente più bassa della somma dei singoli split.
    Ecco qualche esempio: per due stanze da 25 mq ciascuna installerò due spilt da 9.000 BTU e un motore esterno da 14.000 BTU; per un ambiente da 25 mq e uno da 35 mq sceglierò rispettivamente uno spilt da 9.000 BTU e uno da 12.000 BTU più un motore esterno da 14.000 BTU; per due stanze da 35 mq installerò due spilt da 12.000 BTU e un motore esterno da 18.000 BTU.
    Attenzione: quando si utilizzano gli split in contemporanea ci possono essere problemi di riduzione della potenza.

 

In generale, è sempre bene richiedere il parere finale di un tecnico esperto in grado di trovare il migliore compromesso tra le proprie esigenze e quelle strutturali dell'ambiente da raffreddare.

Scopri lo speciale sulla climatizzazione. Sfoglialo online ora e scopri tutti i dettagli per un acquisto sicuro! Clicca qui 

Contatta uno dei nostri operatori

lasciando il tuo nome e la tua email

Messaggio ricevuto

Sarai ricontattato dal nostro Esperto al pi√π presto.