Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza    

News

Iscriviti ai feed RSS
24/10/2011

Arrivano le etichette energetiche sui televisori

Da oggi sarà possibile misurare conoscere i consumi energetici di un Tv e scegliere i modelli più efficienti: il risparmio è per sempre


tv efficenteOggi tutti sanno che le scelte e i comportamenti individuali incidono enormemente sui consumi di energia: dalla benzina alla corrente elettrica, passando per il gas e l'acqua, ognuno di noi può abbassare i propri consumi energetici in modo drastico.

Per farlo basta seguire l buon senso e alcune semplici regole come spegnere la luce quando si esce da una stanza, utilizzare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico, spegnere il riscaldamento di casa nelle ore notturne, scegliere sempre elettrodomestici di classe energetica.

 

La novità di questi mesi riguarda i televisori: entro la fine dell'anno infatti ogni apparecchio avrà una sua etichetta di classe energetica, proprio come accade con i lavatrici e frigoriferi; sarà quindi possibile verificare in modo univoco l'efficienza di un Tv e scegliere per modelli a minor consumo.

Scopriamo in dettaglio di cosa si tratta.

 

LA STORIA DELLE ETICHETTE ENERGETICHE

L'unione Europea cominciò ad affrontare la questione delle etichetta energetiche nel 1992: venne stabilita la necessità di applicare un'etichetta energetica ai principali elettrodomestici.

 

Nel tempo tutti gli Stati hanno recepito la Direttiva: in Italia l'obbligo dell'etichettatura energetica coinvolse prima frigoriferi e congelatori, poi lavatrici, lavastoviglie, le lampade ad uso domestico e, per ultimo, forni elettrici e condizionatori.

 

Il nuovo Regolamento europeo introduce alcune novità tra cui, appunto, la classe di consumo anche per i televisori e la presenza di classi superiori alla classe A (A+, A++ e A+++).

 

etichetta

L'ETICHETTA ENERGETICA DEI TV

Se per gli altri elettrodomestici entro la fine del 2011 saranno inserite le nuove classi A+, A++ e A+++, i televisori adotteranno in un primo periodo le vecchie classi di consumo - dalla A alla G - e successivamente le classi A+.

 

Le etichette hanno una veste grafica molto chiara: varie frecce di lunghezza crescente e colore diverso indicano i consumi dell'apparecchio; ogni freccia è quindi associata a una lettera dell’alfabeto. Gli apparecchi a minor consumo sono quelli di classe A.

 

Sull'etichetta oltre alla classe energetica si trovano alcune altre informazioni importanti:

  • il nome o marchio del fornitore;
  • il modello dell’apparecchio;
  • il consumo di energia in modo acceso espresso in Watt;
  • il consumo annuo di energia in modo acceso espresso in kWh/anno;
  • la diagonale dello schermo visibile, sia in centimetri che pollici.

 

etichetta tv

 


REGOLE DI TRASPARENZA

Il negoziante deve esporre l’etichetta sul Tv in modo ben visibile (davanti o sopra): quando non è possibile prendere diretta visione dell’apparecchio, le prestazioni energetiche dei prodotti vanno evidenziate sui cataloghi di offerta al pubblico.

 

I TV DI CLASSE A

Scegliere un televisore di classe A conviene sempre, anche a fronte di un costo iniziale maggiore: nel tempo, infatti, il risparmio sui consumi elettrici coprirà questa differenza che si ribalterà a proprio vantaggio.

 

Acquistando un televisore di efficienza energetica, inoltre, si ha la possibilità di avere una detrazione Irpef del 20% sulla denuncia dei redditi dell'anno successivo.

 

Insomma, scegliere elettrodomestici - inclusi i Tv - di classe energetica A rappresenta una scelta consapevole che tutela l'ambiente e fa risparmiare, per sempre.

 

Per maggiori informazioni, ti aspettiamo in negozio!

Carrello

Non è presente nessun articolo nel carrello
Volantino_2
Volantino
Customer_care
Promo web 2016